GLI ZINGARI PARTIGIANI, ovvero, i Leoni di Breda Solini

Di giorno spezzavano catene, suonavano violini, volavano sui trapezi e facevano monologhi comici, di notte andavano a sabotare i nazisti.
Stiamo parlando dei Leoni di Breda Solini, la formazione partigiana composta esclusivamente da sinti italiani che combattè i nazisti nel Mantovano durante l’Aprile del 1945.
Lasciamo la parola a Gnugo De Bar:
Nell’Aprile del 45 c’erano i tedeschi in ritirata. Molti sinti facevano i partigiani. Per esempio, mio cugino Lucchesi Fioravante stava con la divisione Armando, ma anche molti di noi che facevano gli spettacoli durante il giorno, di notte andavano a portare via le armi ai tedeschi.
Mio padre e lo zio Rus tornarono a casa nel 1945 e anche loro di notte si univano ad altri sinti per fare le azioni contro i tedeschi nella zona del mantovano fra Breda Solini e Rivarolo del Re (oggi Rivarolo Mantovano), dove giravano con il postone che il nonno aveva attrezzato. Erano quasi una leggenda, e la gente del luogo li aveva soprannominati i Leoni di Breda Solini, forse anche per quella volta che avevano disarmato una pattuglia dell’avanguardia tedesca“.

Continua…

2 pensieri su “GLI ZINGARI PARTIGIANI, ovvero, i Leoni di Breda Solini

  1. Pingback: Comicità sinta e comicità italiana. Storia di un furto culturale. | ilfiumeoreto

  2. Pingback: Ancora sui partigiani sinti | ilfiumeoreto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...